Colore, design, materiale: cosa si cela dietro packaging ed etichette accattivanti?

Come catturare l’attenzione e trasmettere un messaggio potente attraverso il packaging?

Senza dubbio, alla base c’è uno studio complesso, una sorta di psicologia intrinseca per colpire chi acquista.

Storicamente lo scopo del packaging è stato quello di proteggere il prodotto e di comunicare il suo contenuto. Nel mondo di oggi, il packaging è uno strumento di comunicazione che avvia l’esperienza del consumatore su quel determinato prodotto.

 

Che si tratti di una raffinata bottiglia di vino o di una semplice scatola di cartone, il design e la presentazione trasmettono all’utente un significato e dei valori; per questo, hanno un potenziale impatto sulle vendite.

Ma perché alcuni design di bottiglie ed etichette sono più efficaci di altri? Qual è la psicologia dietro il packaging?

 

L’arte della seduzione

 

Non è facile intercettare i gusti dei consumatori. Ciò che può essere di grande interesse per alcuni, non ha alcun valore per altri.

Allora come mai il packaging ha un così grande impatto sulle vendite? La risposta è più semplice di ciò che sembra: perché il packaging colpisce i sensi.

Infatti, in primis, è l’aspetto visivo di qualsiasi confezione che crea aspettative sul prodotto che contiene. Che sia o meno coinvolgente, l’apparenza comunica sempre qualcosa.

Dunque, ciò che vediamo guida gran parte delle nostre scelte. In primo luogo, l’aspetto attira l’attenzione e, in secondo luogo, trasmette un messaggio.

In questo modo, il brand può comunicare le sue aspettative, i suoi valori e la sua mission: per questo trasmettere il messaggio giusto è fondamentale, sia per fidelizzare il cliente, sia per avere consenso e credibilità dai consumatori.

Affinché il messaggio sia chiaro e correttamente mirato, tuttavia, si presuppone una certa conoscenza dei clienti e le loro aspettative. Un cliente può cercare qualcosa di specifico, il che significa che potrebbe avere già in mente un prodotto. Tuttavia, è possibile influenzare le scelte del cliente stimolandone i sensi.

Un test per il tracciamento oculare, attuato proprio al fine di comprende cosa interessare o meno agli utenti, infatti, ha dimostrato che l’85% delle scelte è guidato dal colore del prodotto.

Per questo imballaggi visivamente diversi creano aspettativa e interesse, come le bottiglie che nascondono il colore del liquido.

Un altro aspetto che vale la pena sottolineare è il tatto. Ad esempio, trame e abbellimenti possono aiutare a creare un senso di proprietà.

Dunque, si tratta di un gioco di seduzione sottile, che mette in campo tecniche di neuromarketing e di psicologia sensoriale, al fine di attrarre rapidamente l’attenzione degli utenti, anche se non sono clienti già fidelizzati.

Il trucco è mettersi nei panni dei consumatori, cercare di capire cosa provano e produrre un etichetta o un packaging che possa comunicare loro qualcosa.  Infatti, è possibile ottenere vendite migliori con imballaggi ed etichette che forniscono un’esperienza multisensoriale e trasmettono il messaggio corretto.

 

Comunicare un messaggio

 

A questo punto è chiaro che l’imballaggio di un prodotto non è solo un modo di proteggerlo da eventuali danni, ma svolge un ruolo chiave nell’attività di comunicazione del brand: deve veicolare un messaggio.

Oltre a comunicare caratteristiche e vantaggi di un prodotto, infatti, il packaging racchiude uno storytelling che racconta i valori del brand: possono essere valori legati ad uno stile di vita sano, o al prestigio del lusso, ad esempio.

Si tratta comunque di valori unici che il brand trasmette attraverso il packaging e in cui gli utenti riescono a identificarsi.

La fidelizzazione dei clienti, infatti, avviene dopo più di un acquisto: l’etichetta visivamente avvolgente attrae il consumatore per la singola spesa, un messaggio emotivamente coinvolgente assicura una sorta lealtà nel lungo periodo.

Naturalmente, per avere un impatto sui consumatori, il packaging deve attrarre con contenuti narrativi efficaci, immediati e chiari.

Ad esempio, dato che i consumatori sono sempre più attenti alle dinamiche ambientali, una confezione dovrebbe essere progettata pensando alla sostenibilità: in questo modo il packaging risponde ad una pluralità di concetti e obiettivi.

Per essere chiari, un buon packaging, in grado di influenzare la vendita di un prodotto, deve assolvere alcune funzioni fondamentali:

 

  1. Pratica: la confezione garantisce la protezione del prodotto e la praticità d’uso, ma risponde anche alle necessità di trasporto e stoccaggio.
  2. Identitaria: la confezione rende riconoscibile il brand attraverso una coerenza di elementi visivi che lo differenziano dai competitor.
  3. Narrativa: attraverso la narrazione dei valori di un brand, il packaging trasmette ideali con cui il consumatore si identifica.
  4. Emozionale: tutti gli elementi del packaging mirano a suscitare una risposta emotiva da parte del consumatore.
  5. Informativa: i contenuti testuali definiscono caratteristiche utili e controindicazioni di un prodotto

 

 

L’importanza del packaging per il brand

 

La progettazione del packaging ha uno scopo essenziale nella comunicazione di un brand: generare fedeltà. Naturalmente affinché un packaging sia efficace, la combinazione di testi, immagini e illustrazioni nel packaging devono mirare ad attrarre determinati clienti, con gusti, aspirazioni e obiettivi precisi.

Dunque, dietro al packaging c’è un complesso processo di progettazione, che richiede metodo e creatività.

Solo dopo un attento studio, si cominciano a sviluppare concetti e idee, creando vari concept e implementando il design parallelamente allo studio dei materiali.

Il perfetto connubio ti permetterà di comunicare i valori del tuo brand, per posizionarti sul mercato e nella mente del consumatore con grande forza.

Alla fine, la qualità del prodotto contenuto in quella confezione sarà esattamente pari alla qualità dell’etichetta scelta.

Per ottenere un packaging che sappia influenzare la vendita del prodotto, affidati a partner che cercano la soluzione più idonea a realizzare etichette.

Per questo Vico Etichette ha creato il programma LABEL LAB®: un sistema unico sul mercato che consente di trovare sempre la soluzione ideale, anche per le esigenze di sostenibilità.

Attraverso lo studio del prodotto e dopo una consulenza specializzata, Label Lab reperirà i materiali giusti per il progetto e realizzerà l’etichetta perfetta per il tuo prodotto.

Tu che valore dai al tuo prodotto? Noi di Vico Etichette sapremo creare l’etichetta perfetta, per raccontare la tua storia e conquistare il consumatore.

 

Contattaci

 

Fabrizio Bonaccorso CEO

etichette eco-friendly

Seguici

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Noi e i nostri partner pubblicitari selezionati possiamo archiviare e/o accedere alle informazioni sul tuo dispositivo, come i cookie, identificatori unici, dati di navigazione. Puoi sempre scegliere gli scopi specifici legati al profilo accedendo al pannello delle preferenze pubblicitarie, e puoi sempre revocare il tuo consenso in qualsiasi momento facendo clic su "Gestisci consenso" in fondo alla pagina.

Elenco di alcune possibili autorizzazioni pubblicitarie:

Puoi consultare: la nostra lista di partner pubblicitari, la Cookie Policy e la Privacy Policy.

Resta informato!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

[contact-form-7 id="4117" ]