La sensibilità dei consumatori verso il packaging è oggi più che mai il motore di un brand. Presentare un articolo in una confezione accattivante, dal punto di vista del design, del materiale scelto e della funzionalità dell’imballaggio, aggiunge valore alla marca che lo ha prodotto.

In particolare i settori del confezionamento e dell’etichettatura stanno puntando a soluzioni sempre più innovative per ottimizzare l’acquisto, il consumo e lo smaltimento dei prodotti, al fine di rispettare l’ambiente e rendere positiva l’esperienza del consumatore.

L’amore a prima vista dei consumatori

Alla fine del 2020 si può affermare che i consumatori non sono più soggetti passivi. Essi sono attivamente coinvolti nel sociale, consapevoli delle problematiche ambientali e al contempo attratti da mercati che offrono alternative particolari durante il processo di acquisto. Ogni persona ricerca un articolo che sia confezionato in modo originale.

L’importanza delle confezioni e delle etichette è emersa ancora di più da quando i consumatori hanno cominciato ad acquisire conoscenze tecniche sugli alimenti e sui materiali adoperati, ma soprattutto da quando è cresciuto l’interesse per la provenienza dei prodotti e la loro sicurezza.

Per scegliere un prodotto al supermercato, e in generale nei locali commerciali, le persone leggono l’etichetta e guardano attentamente come è stato imballato. Osservano tutto: il design, la struttura, i materiali con cui è composta la confezione, che tipo di etichetta adesiva è stata adoperata, il sistema di apertura e chiusura, la riciclabilità del packaging, ecc.

Ma ciò che più incuriosisce il consumatore è l’aspetto dell’articolo confezionato. I consumatori sono pur sempre consumatori e si affidano all’attrazione che un prodotto suscita; l’amore a prima vista la maggior parte delle volte influisce sull’intera esperienza d’acquisto e determina i sentimenti che un cliente proverà nei confronti di quel brand. Ecco perché è indispensabile che ogni prodotto, a seconda del settore, abbia un packaging personalizzato e in linea con la sua funzione e identità.

La personalizzazione del packaging tra colori e trasparenze

Nel corso dei decenni il design del packaging ha assunto innumerevoli forme: un secolo fa le confezioni più in voga erano semplici, cinquant’anni più tardi andavano di moda l’esagerazione e la mescolanza di colori e pattern variopinti. Da qualche anno a questa parte hanno preso piede texture, fantasie, colori, materiali vari, che hanno dato vita a un gioco di stili adatti a ogni gusto ed esigenza.

Oggi prevalgono principalmente due stili di confezionamento. Da un lato emerge un’estetica lineare, limpida, che punta a confezioni  trasparenti. Dall’altro lato, domina un packaging caratterizzato invece da forti contrasti cromatici.

I due fronti, estremamente opposti, trasmettono sensazioni diverse ai consumatori, influenzandone spesso le decisioni d’acquisto. Ciascun consumatore potrà convincersi della bellezza, dell’utilità della confezione e del prodotto a seconda del packaging che lo convince di più.

La chiarezza delle confezioni trasparenti

Scegliere confezioni totalmente trasparenti offre un’interpretazione apparentemente più anonima ai consumatori, ma ne garantisce la trasparenza del brand, di chi vuole mostrare il proprio prodotto così com’è. La visualizzazione concreta del prodotto contenuto nella confezione motiva il consumatore e gli dà una garanzia di affidabilità.

Per le etichette, la tendenza alla trasparenza sta alimentando la crescita di soluzioni efficienti e durevoli, che mirano al look “trasparente su trasparente” grazie a un rivestimento in polietilene tereftalato. Questi rivestimenti in PET aiutano a eliminare la rugosità dell’adesivo e permette di ottenere un packaging totalmente trasparente, in cui l’etichetta c’è ma non si vede. L’uso di etichette adesive trasparenti permette di identificare un brand, di chiudere una confezione o di aggiungere informazioni senza minare il design della confezione.

Il packaging senza colori coinvolge principalmente il settore alimentare (frutta, verdura, piatti pronti, succhi di frutta in bottiglie di vetro). Si tratta prevalentemente di sacchetti, carte ed etichette che presentano un’estetica chiara e decorata da semplici dettagli, spesso anche colorati, e che delineano il prodotto e la marca.

Con l’utilizzo di imballaggi trasparenti, è possibile attirare maggiormente l’attenzione dei consumatori così da trasmettergli sicurezza e fiducia al marchio.

Il dinamismo delle confezioni colorate

La trasparenza sta emergendo come elemento di differenziazione competitiva per le imprese che la scelgono, e sta aprendo la strada a percorsi più equi e rispettosi nei confronti del nostro pianeta. Ciononostante, in molti settori, l’uso dei colori dà maggior energia e garantisce benefici elevati sia per il prodotto sia per il brand stesso.

Le nuances sono sempre state un punto di forza per il mondo della moda (dalla cosmetica all’abbigliamento) e dona vivacità ai prodotti. Un packaging accattivante e che cattura lo sguardo del consumatore ha già una marcia in più. Trousse dalla cornice scura o dai toni accesi per far risaltare i trucchi, profumi dalle forme e dall’aspetto delicato o aggressivo, maglie impacchettate in sacchetti coloratissimi sono solo alcuni esempi dei contrasti cromatici che danno personalità al packaging.

Un altro settore in cui le confezioni colorate fanno la differenza è quello tecnologico. Ogni strumento, per apparire innovativo e performante, necessita in primis di un design particolare ma anche e soprattutto di un confezionamento originale e brillante.

Vestire un prodotto con un packaging colorato e vivace permette di dare al consumatore la sensazione di avere tra le mani qualcosa di raro e speciale, che sarà possibile scoprire solo dopo aver effettuato l’acquisto e aver aperto la confezione.

 

Un packaging etichettato ad hoc

Per ogni mercato ci sono determinati canoni estetici da rispettare per soddisfare i consumatori e risultare vincenti. Ciascuna azienda deve infatti pensare al confezionamento e all’etichettatura che più si addicono al prodotto da vendere e che deve essere capace di accattivare dagli scaffali.

La scelta dei materiali da adoperare per il packaging è fondamentale, perché sarà la base per il look completo del prodotto. Ciò che conta è optare per alternative funzionali e performanti, che rendano l’imballaggio piacevole alla vista, resistente ed ecosostenibile.

Noi di Vico Etichette teniamo al rispetto ambientale e offriamo etichette dall’animo green e dall’aspetto personalizzato, per dare a ogni cliente una soluzione ad hoc per confezionare i propri prodotti.

Per conoscere tutte le nostre soluzioni, clicca qui sotto.

 

Scopri di più QUI

 

Fabrizio Bonaccorso Vico EtichetteFabrizio Bonaccorso CEO

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Grazie della tua iscrizione!